La festa dell’Uva Da Tavola Igp

Arriva a Canicattì la prima edizione di Terre d’Uva, una grande festa dedicata alla storia dell’agricoltura di questa città ed il futuro dell’Uva Italia di Canicattì, la prima ad avere ottenuto in Italia il riconoscimento Igp.

Domenica 10 settembre, una giornata ricca di sapori e cultura, vedrà attori diversi prestare la propria opera con sinergia e passione, tutti verso un grande obiettivo, rendere note le peculiarità della filiera, le potenzialità nutrizionali, organolettiche e culinarie dell’Uva Italia soprattutto prendere coscienza della crisi dell’intero settore, per individuare le risorse e le possibili soluzioni per un futuro più propizio ed economicamente più forte.

A dar vita a questa interessante iniziativa è lo Chef Pietro La Torre, Founder de “La Torre Catering” azienda nata proprio a Canicattì, dove lo Chef, insieme alla sua grande famiglia di collaboratori, da anni svolge con intraprendenza, modernità e innovazione il suo progetto imprenditoriale, costruendo una vasta rete di contatti con il mondo della gastronomia e dell’enologia.

Mosso da questo forte legame con il mondo della cucina e dei protagonisti che la vivono con passione, lo Chef Pietro La Torre, ha deciso di realizzare la prima Festa dell’Uva Italia, coadiuvato da importanti personalità scientifiche e istituzionali.

Primo tra tutti, il Consorzio di Uva Italia Igp, presieduto da Marsello Lo Sardo e dal suo vice il dott. Giovanni Giglia, i quali forti della grande ricchezza che il consorzio rappresenta, desiderano offrire al territorio di Canicattì, ma anche ai propri associati presenti e futuri, una nuova opportunità di crescita e sviluppo.

Nello staff tecnico organizzativo, anche lo Chef Patissier Santo Li Calzi, braccio operativo e sinergico di questa grande iniziativa territoriale. Ad occuparsi invece delle aziende vitivinicole ci sarà il Sommelier del ristorante Acquanova, Emanuele Mangiapane, che ha selezionato le cantine protagoniste della grande festa.

LEGGI ANCHE: Festival Franciacorta in Cantina: Mosnel protagonista di un fine settimana da gustare

Chef La Torre e brigata Aquanova

Incontrarsi a Canicattì il 10 settembre, sarà motivo di festa per i tanti attori di un settore agricolo in crisi, che da anni desidera dar voce alle problematiche che hanno paralizzato la filiera, privandola di quella identità agroalimentare tanto auspicata dalle politiche europee e quindi regionali.

Terre d’Uva infatti rappresenta il primo passo verso la nascita e la progettazione di un Project Work, una prima tavola rotonda che metterà insieme personalità diverse e competenze complementari tra loro, che desiderano dar voce a questa essenziale filiera agricola siciliana, mettendo in rete nuove idee intrise di fattibilità e utilità.

La festa dell’Uva Italia e della sua bellezza vedrà un parterre nutrito di Chef e Pastri chef, che accoglieranno gli ospiti con prelibatezze dedicate a questo meraviglioso frutto. Preparazioni gastronomiche di altissimo livello, dal dolce al salato, accompagnati da degustazioni vinicole coordinate dalle cantine partner presenti alla Festa.

Ad arricchire il programma di domenica 10 settembre, momenti speciali di cooking show con special guest molto noti nel panorama internazionale della cucina che ci racconteranno come e perché l’Uva Italia si presta ad essere ingrediente anche in cucina ed in pasticceria, condividendo esclusive ricette. Tra gli chef presenti Filippo La Mantia che per la prima volta, in occasione di Terre d’Uva, conoscerà Canicattì e le sua storia.

E poi ancora concerti live e street food con stand gastronomici in via Monsignor Ficarrà di Canicattì che, allestita per l’occasione, assumerà le vesti di un salotto cittadino, pronto ad accogliere chef ed ospiti.

Ma non finisce qui, perché la mission di questa grande festa dedicata all’Uva Italia di Canicattì si unisce alla solidarietà. Infatti, grazie alla collaborazione con il Lions Club di Canicattì presieduto dal dott. Riccardo Martinez, il contributo versato grazie alla generosità di chi vorrà  acquistare apposite confezioni regalo dell’Uva Italia di Canicattì, sarà totalmente devoluto al Lions Club International Foundation (Lcif) per la lotta al cancro infantile. “É un onore ricordare che dal 2017 con il progetto “ Un chicco per la Vita” il Lions Club Canicattì Host raccoglie fondi mediante l’offerta di Uva Italia Canicattì  in diversi hub italiani, da Catania all’aeroporto di Milano, grazie al grandissimo supporto dei tanti viticoltori aderenti”.

© Riproduzione riservata