Different Wine Festival

Protagoniste un parterre di cantine vinicole d’eccezione che puntano alla produzione di qualità, affidando al vino il compito di fotografare paesaggi che significano cultura enogastronomica e che dipingono l’Italia migliore.

È questa l’essenza del Different Wine Festival, a Roma dal 15 al 17 dicembre, nella Sala delle Esposizioni del nuovo Acquario di Roma Mediterraneum all’Eur, evento ideato per dare spazio a piccole e medie eccellenze enologiche del nostro Paese. Una proposta innovativa e, appunto, “different“, che mira a valorizzare e far emergere realtà imprenditoriali del settore enogastronomico legate tra esse dal comune denominatore della qualità e della millenaria tradizione mediterranea.

Una proposta innovativa che non a caso parte dalla Capitale – con il patrocinio del Comune di Roma e della Regione Lazio – per essere punto di incontro mediano tra luoghi e viticolture d’Italia, da nord a sud: cantine indipendenti – in alcuni casi  più note all’estero con export da record – che si offrono al pubblico e agli operatori per un viaggio enogastronomico che dal cuore della Sicilia e dalla Val di Noto passa dalle terre vulcaniche per arrivare fino alle Langhe e al Trentino, svelando nella Capitale le proprie eccellenze, non solo in termini di qualità, ma anche facendo leva sui valori produttivi che accomunano queste aziende sane in tutti i sensi.

Valentina Fabbri e Mario Bauzzullo, Founder Different wine

LEGGI ANCHE: Al via la II edizione di “Saranno Famosi nel Vino” alla Leopolda di Firenze

La manifestazione, rigorosamente imperniata su cantine indipendenti è ideata da Valentina Fabbri e Mario Bauzullo, titolari dello storico ristorante e cantina “Peppino a Mare” di Ostia, e vuole essere un momento di incontro non solo con il grande pubblico, ma anche occasione di rilievo per operatori del settore e aziende impegnate al recupero di vitigni autoctoni quasi estinti e che in questo modo aiutano il recupero identitario di luoghi che attendono solo di essere scoperti o rivalutati.

«L’amore per il vino, il percorso formativo da sommelier nella FISAR, ma soprattutto l’incontro con queste incredibili realtà è stato determinante per la nascita del festival – commenta la co-founder Valentina Fabbri –. È Iniziato tutto “mano nella mano” con mio marito: è un amore duplice, profondo, quello che lega la terra alle persone e le persone al vino e intendiamo condividere tutto ciò con il grande pubblico che solo Roma può mettere in campo. Il tutto per me è racchiuso all’interno di un calice».

Info e biglietti: https://www.differentwine.it/il-festival.html

© Riproduzione riservata