Oggi la Sicilia piange Marisa Leo, altra vittima di quella feroce e inspiegabile azione che toglie per sempre la vita di una giovane donna e madre. Marisa era una donna brillante, punto di riferimento nel settore vitivinicolo siciliano.

La notizia è di questa mattina, una di quelle che non vorremmo più sentire che li lascia increduli, sbigottiti e soprattutto con un dolore al cuore inspiegabile. A riempire le pagine di quella terribile lista di donne, mamme uccise dai propri compagni o ex compagni è ancora una volta un’altra donna Marisa Leo di 39 anni, madre di una splendida bambina.

Marisa Leo faceva parte dell’associazione Donne del vino Sicilia e si occupava di comunicazione e marketing per la cooperativa vitivinicola Colomba Bianca.

Lavorava presso una cooperativa vitivinicola di Mazara del Vallo, Colomba Bianca, per la quale si occupava di comunicazione e marketing. Faceva parte delle “Donne del vino“, un’associazione senza scopi di lucro che promuove la cultura del vino e il ruolo delle donne nella filiera enologica. Proprio per le “Donne del vino” nel 2019 aveva realizzato un video contro la violenza di genere per il progetto “Tu non sei sola”.

Nel video, le parole di Marisa incinta: “Una forza così piccola, ma così dirompente e una vita che cresce al ritmo di due cuori che battono insieme. Donna, mamma, tu lavori, tu progetti, tu crei e sei fantastica per come lo fai. Cadi, ti rialzi, piangi ma non molli, e sei perfetta così come sei. Donna, mamma, TU, non sei sola”.

Parole che adesso rimbombano nella testa di ognuno di noi come un macigno che hanno il bisogno di essere urlate con forza per porre fine a queste tragedie a cui giornalmente assistiamo. È arrivato il momento di fare qualcosa, di agire!

Alla famiglia di Marisa Leo le condoglianze della redazione di Vinup.it.

© Riproduzione riservata