Categorie: Recensioni

Villa Cordevigo Bianco 2018: il bianco che non ti aspetti

Abbiamo degustato il Villa Cordevigo bianco IGT 2018 alla manifestazione “La Grande bellezza Napoli 2024” ed è stato uno dei vini bianchi che si è distinto.

La “Grande bellezza” 2024, evento firmato Winescritic.com, si è svolto a Napoli il 13 maggio 2024 al Grand Hotel Parker’s, con lo scopo di far scoprire ad un pubblico di amatori e professionisti una selezione dei migliori vini italiani sul mercato.

Villa Cordevigo è un’azienda vinicola veneta storica situata in un’omonima frazione di Cavaion Veronese. Oltre ad avere una dimora patrizia, oggi hotel di lusso, al centro dei vigneti, l’azienda si riconosce per le sue pratiche sostenibili. Un esempio di quest’ultime è stato l’impianto di 216 pannelli fotovoltaici sopra i parcheggi della struttura.

LEGGI ANCHE: Lorlando Nero d’Avola 2020 Assuli, il vitigno principe siciliano gastronomico

Il Villa Cordevigo Bianco nasce da un felice connubio tra tradizione e innovazione, prodotto con uve Garganega e Sauvignon Blanc, si distingue per la sua eleganza, complessità e armonia. La Garganega, uva autoctona del Veneto, dona la parte strutturale e conferisce al vino freschezza e fragranza, con note floreali e fruttate di agrumi e mela. Il Sauvignon Blanc, vitigno internazionale, è la parte innovativa arricchendolo con note vegetali e di frutta bianca.

Le uve Garganega vengono inoltre, sottoposte ad un leggero appassimento per ottenere aromi che vanno più sulle parti surmature. L’affinamento avviene in botti di rovere francese di Allier, dove avviene anche in parte la fermentazione malolattica.

Il Bianco IGT Veronese di Villa Cordevigo 2018 nel bicchiere dal bel colore giallo dorato, cristallino e vivace, esprime un bouquet intenso e fragrante, con note di fiori bianchi, agrumi, tra le quali spiccano il limone, la frutta gialla matura, in particolar modo l’albicocca, cenni di mela e in chiusura sfumature di miele. Al palato, fresco e minerale, ha intensa e piacevole persistenza finale.

Un vino che costituisce una lieta sorpresa, da abbinare a diverse preparazioni, dagli antipasti elaborati di pesce, primi di terra e di mare e formaggi a media stagionatura.

© Riproduzione riservata

Notizie recenti

La cantina siciliana Giasira conquista la gran medaglia d’oro al Concours Mondial de Bruxelles

La cantina Giasira di Rosolini conquista il riconoscimento più ambito alla 31° edizione del concorso di vini…

15 ore fa

Trionfo dell’Italia al Concours Mondial de Bruxelles 2024, in testa Toscana e Sicilia

Strepitoso successo dell’Italia al Concours Mondial de Bruxelles sezione vini Bianchi e Rossi, 15 vini…

3 giorni fa

Nuove annate per Tentuta Stoccatello, novità il Rosato Etna DOC

Tenuta Stoccatello, l’azienda siciliana della Valle del Belice di Renzo Barbera ha presentato i suoi…

3 giorni fa

Vitigno Pallagrello la vera storia del primo spumante

Il Pallagrello è un’uva che è stata riscoperta tra la fine degli anni ’90 del…

7 giorni fa

Aglianicone cilentano: vitigno risorto dalle ceneri

Ci sono vitigni conosciuti e caratteristici di un territorio ed altri che restano celati, come…

7 giorni fa

Ischia, un convegno per il rilancio del territorio attraverso vino e cultura

Il convegno per il rilancio del territorio, moderato dal giornalista Graziano Petrucci, vedrà la partecipazione…

1 settimana fa