Dal 18 al 20 novembre Piacenza Expo ha organizzato la nuova Fiera dei Vini dove vede l’ingresso di ben 8mila visitatori per le 250 cantine che hanno aderito da tutta Italia.

Oltre alle cantine presenti per la prima edizione della nuova Fiera dei Vini a Piacenza anche diversi olivicoltori e gli artigiani del cibo collocati nel padiglione 2 con tavoli per poter mangiare comodamente. A disposizione dei visitatori anche 1000 carrelli per trasportare facilmente i vini acquistati.

Questa nuova fiera ha ospitato tante nuove realtà vitivinicole, ma anche tanti affezionati alla città degli anni precedenti, che hanno portato i loro migliori vini per una tre giorni ricca di contenuti, assaggi per i visitatori e vendite per gli espositori con un elevato rapporto qualità prezzo che ha visto riempire tanti carrelli.

Tra le nuove proposte Sassocreta dell’Abruzzo con il bianco di uva Cococciola e la Riserva 2019 del Montepulciano d’Abruzzo, mentre Cociancig dal Friuli Venezia Giulia con vini puliti e molto eleganti stupisce sia con i tre bianchi che con il Merlot. In Campania troviamo la cantina Alessandra nella zona del Cilento dove hanno convertito in Biologico i loro monovitigni di Primitivo con affinamento in anfora o barrique. Tra i conosciuti troviamo Ada Nada, cantina di Treiso con i suoi Barbaresco presentati da Elisa e Serena per questa nuova edizione, la famosa Tintilia del Molise con Claudio Cipressi e dall’isola di Salina la cantina Fenech con la conosciuta Malvasia delle Lipari.

LEGGI ANCHE: Fiera dei Vini Piacenza, mostra-mercato per scoprire i terroir e i suoi protagonisti

6 Masterclass hanno visto impegnati i Presidenti delle associazioni FISAR, AIS e ONAV oltre alla giornalista e degustatrice Fosca Tortorelli e dal Gal del Ducato. Si è parlato di Metodo Classico italiano e rossi d’Italia da nord a sud, dei vini bianchi che sfidano il tempo e i vini dolci della nostra Penisola, l’abc dell’olio e il Mito della Malvasia.

Il Fuori Salone vede vari eventi, anche a scopo benefico, per far conoscere una città piena di meraviglie ancora nascoste, collegate non solo al vino e ai tre salumi DOP piacentini, ma anche alla storia e arte della Primogenita. Il venerdì Oscar Farinetti ha presentato il suo libro “10 mosse per affrontare il futuro” nel Salone Monumentale di Palazzo Gotico mentre sabato e domenica si poteva salire dalle 19 alla Cupola del Guercino per poi discendere all’interno del Duomo di Piacenza.

© Riproduzione riservata