Ai nastri di partenza Radda nel Bicchiere edizione 2022. La manifestazione, prevista per sabato 28 e domenica 29 maggio prossimi, vedrà le vie dell’incantevole borgo chiantigiano di Radda in Chianti animarsi nuovamente di appassionati di vino.

L’immancabile appuntamento in provincia di Siena, organizzato dalla Pro Loco locale, compie quest’anno 25 anni. Dopo la pausa forzata e una manifestazione in versione ridotta nel 2021, per questo compleanno speciale presenterà grandi numeri. Saranno più di trenta, infatti, le aziende del Chianti Classico partecipanti per un totale di oltre 120 etichette in assaggio.

Durante la due giorni sarà possibile degustare la miglior produzione di Chianti Classico del territorio raddese guidati direttamente dai produttori. Ci sarà, inoltre, la possibilità di acquistare nelle enoteche del paese le etichette in degustazione a prezzo di cantina e alcuni ristoranti proporranno inoltre menù fissi pensati appositamente per l’occasione ad un prezzo speciale.

Start sabato 28 maggio con l’apertura delle degustazioni dei vini di Radda dalle 12 alle 20 in viale Matteotti, con vendita dei bicchieri griffati al costo di 20 euro fino alle 19.

Dalle 12 alle 20 nel Loggiato del Podestà in Piazza Ferrucci, Radda Vintage, in assaggio le vecchie annate del territorio per una panoramica sulla capacità di invecchiamento dei vini raddesi. Un’occasione unica a soli 10 euro in più riservata a chi ha già acquistato il bicchiere per la manifestazione.

Domenica 29 maggio apertura dei banchi di assaggio e Radda Vintage dalle 11 alle 19, con vendita bicchieri fino alle 18.

Sempre domenica, dalle 11 alle 16, in via Roma si terrà la XIII edizione della Degustazione alla cieca la cui premiazione avrà luogo alle 18 in piazza Ferrucci.

L’evento vede la collaborazione del Consorzio Chianti Classico e il patrocinio di Comune di Radda in Chianti, Associazione Raddattiva, Racchetta, Misericordia, Pro Loco delle Terre di Siena, Vignaioli di Radda.

Per info alla Pro Loco: 0577/738494.

www.raddanelbicchiere.net, www.facebook.it/raddanelbicchiere    

© Riproduzione riservata