#image_title

Prende il via oggi, venerdì 16 settembre, la 25ª edizione del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale in programma fino al 25 settembre a San Vito Lo Capo, che tornerà ad ospitare, come da tradizione, Paesi e culture diverse per promuovere la pace, lo scambio e la multiculturalità. 

Saranno dieci giorni di gare con chef internazionali, degustazioni, incontri e concerti gratuiti sulla spiaggia all’insegna dello slogan “Love Never Stops“: un’edizione speciale per festeggiare il venticinquennale dell’evento internazionale.

Il Cous Cous Fest è organizzato dall’agenzia Feedback in partnership con il Comune di San Vito lo Capo, con il sostegno di Bia CousCous, Conad, Electrolux ed UniCredit, e con il supporto del progetto “Don’t touch”, promosso dalla cooperativa sociale Badia Grande e la direzione artistica di Massimo Bonelli.

Campionato italiano Conad 2021 con Cicognola

«Il Cous Cous Fest è nato con me, è un evento in cui ho creduto e che ho sempre portato avanti – dichiara Giuseppe Peraino, sindaco di San Vito Lo Capo. È una grande emozione potere festeggiare oggi i suoi 25 anni di storia da primo cittadino. Il festival è sempre stato il portabandiera di temi come l’accoglienza della diversità, lo scambio, l’incontro e l’integrazione tra culture. Anche quest’anno vogliamo lanciare un messaggio di pace in un momento in cui il mondo ne ha particolare bisogno».

Il primo fine settimana è dedicato al Campionato italiano di cous cous targato Conad. “Siamo orgogliosi di sostenere da diversi anni il Cous Cous Fest – afferma Francesco Pugliese, amministratore delegato Conad – una manifestazione sul territorio a noi molto cara, che si caratterizza per multiculturalità, spirito di aggregazione e valorizzazione delle più tipiche espressioni culturali locali e che è espressione dell’impegno di Conad per la cultura e le giovani generazioni».

«Creare valore, condividere e promuovere le eccellenze dei territori, tutelare le tradizioni, alimentando una relazione vera con le comunità locali su più ambiti è ciò che facciamo ogni giorno – spiega Vittorio Troia, Direttore Divisione Sicilia PAC 2000A Conad. Sostenere la cultura e i giovani talenti rappresenta un modo per creare ricchezza per tutta la comunità in cui viviamo». 

Q0A8988

Quest’anno torna la musica live al festival con dieci spettacoli gratuiti sulla spiaggia di San Vito Lo Capo: Dargen D’Amico, Eugenio Bennato, Antonella Ruggiero e I Musicanti, Med Free Orkestra, Ermal Meta, Piero Pelù, Lello Analfino, Orchestra Notte Della Taranta, Shantel, Agricantus, Brama, Eman e Cordio.

Momento central della rassegna è il Campionato del mondo di cous cous, il Bia Cous cous world championship, una gara tra chef internazionali all’insegna dello scambio e dell’integrazione. Sono otto le squadre di chef in gara provenienti da: Argentina, Brasile, Costa d’Avorio, Francia, Italia, Marocco, Palestina e Tunisia. Anche quest’anno sul palco del festival arrivano i grandi interpreti della cucina italiana che presenteranno le loro creazioni, naturalmente a base di cous cous. Filippo La Mantia, Peppe Giuffrè, Andy Luotto, Andrea Lo Cicero, Antonella Ricci e Giorgione: sono questi alcuni dei protagonisti dei cooking show. 

incocciata con tutti gli chef

Cous cous per tutti i gusti al villaggio gastronomico del festival. Sono oltre 30 le ricette tra cui scegliere nei menu proposti dalle Case del cous cous, i tre punti di degustazione del festival: la Casa del cous cous Al Waha, la Casa del cous cous sanvitese e la Casa del cous cous dal mondo . Per degustare i cous cous occorre acquistare il ticket degustazione da 12€.

Il programma di venerdì 16 settembre

La 25ª edizione del Cous Cous Fest si apre alle ore 11 con l’evento “Forum delle Economie Turismo & Enogastronomia,organizzato da UniCredit. I lavori saranno aperti dagli interventi di Salvatore Malandrino, Responsabile Regione Sicilia di UniCredit Italia, e di Giuseppe Peraino, Sindaco di San Vito Lo Capo. A seguire si svolgerà la presentazione del “Rapporto sul turismo enogastronomico italiano” da parte di Roberta Garibaldi, ad di Enit, e una tavola rotonda sul tema “Creare un sistema integrato Turismo-Agricoltura: sfide e opportunità“. Alla tavola rotonda, moderata da Marcantonio Ruisi, professore ordinario Strategie e Politiche Aziendali Università di Palermo, interverranno Marcello Orlando, CEO Feedback, Salvatore Li Petri, Business Development Manager Cantine Ermes, Vittorio Messina, Presidente nazionale di Assoturismo Confesercenti, Antonio Marino, Presidente Federalberghi Trapani, Simona Olivadese, Referente Turismo UniCredit. Le conclusioni verranno svolte da Riccardo Del Bianco, Responsabile Corporate Business Sicilia UniCredit.

Salvatore Monforte

Campionato italiano di cous cous, al via le sfide: uno chef è siciliano

Alle 17.30 prende il via il Campionato italiano di cous cous Conad con la sfida tra Gianluca Ganci di Gallarate (VA), sous chef a “I Fontanili” che presenterà un cous cous con ricciola marinata, brodo giapponese dashi e pomodori scottati e Pierpaolo Ferracuti di Porto San Giorgio(Fermo) chef patron al ristorante “Il Retroscena“, una stella Michelin, che gareggerà con una panzanella mediorientale: cous cous con polpo e gazpacho. A seguire, alle ore 19.30 Alessandro Billi di Tortona (AL) chef e patron all’Osteria Billis gareggerà con un Tacous alla siciliana: polpettine di cous cous alla sanvitese, polpo, salsa di alici, maionese saporita, mandorle e cetriolo sfidando il siciliano Salvatore Monforte, classe 78, executive chef al Medousa Bistrot & Suites a Taormina che presenterà un cous cous con tonno scottato e salsa verde.

Roberta Morise e Tinto

A condurre tutti gli appuntamenti sul palco Tinto e Roberta Morise. Assaggiano i piatti gli esperti della giuria tecnica, presieduta da Paolo Marchi, e i visitatori del festival che faranno parte della giuria popolare. (Ticket sul sito www.couscousfest.it o alle biglietterie a San Vito Lo Capo).

Dargen D8217Amico

Alle ore 21 sul palco in spiaggia la Cerimonia dedicata ai 25 anni del festival con il lancio di “Love never stops”, il video celebrativo del venticinquennale della rassegna. Federico Quaranta sarà il narratore d’eccezione di un corto che racconta le radici del cous cous: amore e pace. Alle ore 22.30 seguirà il concerto gratuito di Dargen D’amico: il cantautorap, che sta portando in giro per l’Italia la sua hit “Dove si balla” lanciata al Festival di Sanremo, ha saputo inventare una chiave del tutto personale al rap, tra tradizione cantautorale italiana e una ricerca che attraversa i territori della musica classica e dell’elettronica per ricongiungersi al pop.

© Riproduzione riservata