Cantina Valpolicella Negrar, un patrimonio territoriale e umano rappresentato da 700 ettari di vigneto, distribuiti in diverse zone della Valpolicella Classica – soprattutto collinari – e coltivati da 230 soci, seguiti quotidianamente da uno staff di professionisti interno all’azienda.

Ci troviamo a Negrar (Vr) nella cooperativa dove è nato il nome “Amarone” da un errore di un vino dolce tipo Recioto. L’Amarone rappresenta quindi la “loro Storia”, è il cuore circondato da tanti altri vini che indossano un comune denominatore, la bontà, la bevibilità, la personalità.

In occasione della nostra visita in cantina abbiamo intervistato Daniele Accordini, enologo e direttore generale di Cantina Valpolicella Negrar.

© Riproduzione riservata