Un successo straordinario fin dalla creazione della prima bottiglia per il Passito realizzato dalla nota attrice francese Carole Bouquet: Sangue d’Oro.

Carole Bouquet, celebre attrice cinematografica e teatrale con presenze in diverse pellicole italiane e internazionali dirette da registi come Luis Buñuel o Dino Risi, ha seguito la sua passione per il vino fino all’Isola di Pantelleria diventando oggi una stimata produttrice di vino.

L’attrice 27 anni fa notò un piccolo dammuso (tipica struttura in pietra dell’isola) in vendita immerso in un paesaggio tanto bello quanto difficile per la coltivazione dell’uva, e ne rimane affascinata. Il suolo roccioso, vulcanico, i terrazzamenti e la vendemmia manuale sono alcune caratteristiche di quella che viene definita viticoltura eroica nell’isola di Pantelleria. Condizioni però che non scoraggiarono la bella attrice anzi, le hanno permesso di creare un vino unico che riflette l’essenza di Pantelleria: il Passito di Pantelleria Sangue d’Oro.

LEGGI ANCHE: Pantelleria: la vite ad alberello Patrimonio Unesco

Carole Bouquet

Sangue d’Oro, è il frutto di una vigna costituita da una moltitudine di territori e microclimi, posta su di uno straordinario suolo ricco di qualità composto al 70% da pietra vulcanica e al 30% da argilla e limonite. L’uva cresce sui vari livelli della vigna definita “a terrazze”, ognuno delle quali è circondata da un muretto in pietra per proteggere la vigna dal forte vento.

I grappoli sono colti a mano, poi una volta effettuata la selezione, sono poggiati a terra affinché seguano il naturale processo di asciugatura al sole. Questa operazione è definita anche “appassimento”. Una prelibatezza prodotta solo in 5000 bottiglie.

© Riproduzione riservata