L’occasione di un bel focus sui vini dell’azienda siciliana Fazio è stato il press dinner “Aromatica” in uno dei luoghi cult della ristorazione siciliana, il Charleston di Mondello, rinnovato nella conduzione in cucina con il giovanissimo chef Gaetano Verde.

Lilly Ferro Fazio è il volto e l’anima dell’azienda trapanese la cui mission è promuovere e raccontare il territorio della DOC Erice attraverso 45 ettari vitati che si estendono tra i 250 e i 600 metri s.l.m., alle pendici del Monte Erice, attraverso i vitigni autoctoni Grillo, Catarratto, Insolia, Carricante, Moscato, Nero d’Avola, Nerello Mascalese, e gli internazionali Muller Thurgau, Chardonnay, Syrah, Cabernet Sauvignon e Merlot, riservando particolare attenzione alla sostenibilità.

La cena, nello splendido dehor del ristorante Charleston, ha proposto piatti tutti molto intriganti preparati dallo chef Verde, che pur non avendo ancora trent’anni, vanta un bel curriculum ricco di esperienze europee, ed ha mostrato tecnica, varie consistenze ed abilità nel trattare le materie prime.

Iniziamo con il Blanc de Blanc Brut, uno charmat lungo da uve Chardonnay. Si sa il mondo del vino è pieno di luoghi comuni, capita d’incontrare chi sentenzia “Io bevo solo Metodo Classico”. Ecco, forse è il caso di fargli provare questo fresco e piacevole spumante rifermentato in autoclave che riesce ad esprimere il frutto in primo piano, ideale come aperitivo con sensazioni floreali di gelsomino, ricche sensazioni di pera, melone bianco e frutta tropicale, fragranti di crosta di pane e mandorla, dal sorso dinamico e di buona lunghezza.

Il Muller Thurgau 2021 Doc Erice è il vino simbolo dell’azienda. Sicuramente mai avrebbe pensato lo svizzero Hermann Müller, cittadino di Thurgau, quando nel 1882 creò il vitigno incrociando il Riesling Renano e il Madeleine Royale, che la sua creazione avrebbe dato un’espressione davvero notevole in una zona dell’estremo Sud dell’Italia. Il Muller Thurgau dona vini di gran registro in Trentino nella Val di Cembra e in Alto Adige in Val Venosta e nella Valle dell’Isarco, ma in Sicilia ha un’espressione unica proprio nelle colline Ericine.
Dal naso di rose bianche e gialle, effonde gelsomino, frutto pieno di pesca bianca, belle note speziate, erbacee e di noce moscata. L’assaggio è un bel mix tra la gran freschezza, la pienezza ed il lungo finale minerale e agrumato.
Splendido l’abbinamento con due fresche ed aromatiche piccole preparazioni, il carpaccio di pomodori in due passaggi, e l’ostrica cocco e alici.

Anima Solis Bianco 2021 Igp Terre Siciliane è un’efficace blend di Catarratto e Zibibbo, un vino conviviale, dal bel naso con profumi intensi di albicocca, pesca bianca, fiori di arancio e finocchio selvatico, Assaggiandolo riempie la bocca di morbidezza salina con l’aromaticità dello Zibibbo nel bel finale. Sposalizio perfetto con piatto di grande aromaticità, la calamarata con ragù di pesci da rete e zafferano.

Anima Solis Rosso 2021 Igp Terre Siciliane nasce dall’unione di Cabernet Sauvignon, Merlot e Nero d’Avola, le uve, raccolte al giusto grado di maturazione, sono poi appassite per circa 25/30 giorni, dopo vinificazione il vino affina in barriques usate.
Indubbiamente un vino nato per piacere, ha olfatto pieno di ciliegia, ribes, frutti di bosco, spezie dolci e piccanti, bocca vellutata, di fresca lunghezza. Lo abbiamo provato con la triglia con salsa beurre blanc di mandorle e caviale, un abbinamento azzardato, ma godibile.

Petali Moscato Erice Doc è uno spumante piacevolmente dolce, è un vino che va abbinato ad una dessert non troppo carico di zucchero. Al naso è fresco con note floreali di acacia e rosa, fruttate di pera e pesca bianca, sorso di stesso registro che non stanca, perfetto con il delizioso gelato al pane, pesca, limone e vaniglia.

I vini del nuovo corso dell’azienda Fazio sono tutti molto contemporanei, al passo con i tempi, vini che si lasciano bere piacevolmente.
Nel corso della cena è svettato su tutti il Muller Thurgau, davvero intrigante, un vino annata ’21 di gran personalità, pronto non solo ad accompagnare le calde serate estive, ma a farsi apprezzare prossimamente in evoluzione.

© Riproduzione riservata