Campopian, la nuova tenuta Tinazzi

Tenuta Campopian è oggi una nuova meta enoturistica d’eccellenza nel cuore della Valpolicella. L’antico casolare, i vigneti affacciati sul lago e i nuovi spazi ristrutturati del podere sono alla base di un’esperienza che permette di scoprire tre vini del territorio prodotti in edizione limitata.

Interessante la nuova proposta del marchio Tinazzi, che a Sant’Ambrogio di Valpolicella sta dando vita a un modello di enoturismo e ospitalità. Si passeggia nei filari a quasi 700 metri di altitudine, su una terrazza di vigneti accarezzati dalla brezza del Garda, si brinda con i vini che raccontano l’identità del territorio, si incontrano i produttori per scoprire come si creano le bottiglie etichettate Poderi Campopian rappresentativi del terroir: Reguso Valpolicella Dop, Lunante Valpolicella Superiore Ripasso Dop e Marziale Amarone della Valpolicella Docg. 

Tutto è iniziato nel 2014, con l’acquisto di una tenuta completa di casolare del ‘700, boschi e 5 ettari di vigneti. Qui, nel cuore del Valpolicella Classico, Tinazzi ha avviato la produzione di vini di pregio in quantità limitata. 

LEGGI ANCHE: Il Garda DOC vola a Lugano, protagoniste 10 nuove etichette

I lavori di ristrutturazione della grande casa di campagna, che al termine del restauro conservativo diventerà un B&B, si avvicinano alla conclusione: presto sarà possibile soggiornare e vivere esperienze di enoturismo a tutto tondo

Nel frattempo, già a partire da quest’estate si potranno prenotare delle esperienze privilegiate, per piccoli gruppi da 2 a 8 persone. In programma la visita ai vigneti con vista sul Garda, alla bottaia, alla sala di stoccaggio bottiglie e naturalmente la degustazione nella sala dedicata. Tutti spazi ricavati dalle ex stalle, con tradizionali soffitti a volto in pietra della Lessinia, che accrescono il fascino senza tempo del casolare. Campopian si candida così a diventare uno dei luoghi che meglio raccontano l’identità di Tinazzi, nata proprio sulle sponde del lago di Garda a fine anni ’60.

© Riproduzione riservata