Un format unico nel mondo dell’enogastronomia quello di Signorvino che ha contribuito alla creazione e diffusione nuova e originale di scegliere, gustare e apprezzare migliaia di etichette selezionate fra i migliori vignaioli. Da oggi allarga i suoi confini oltre l’Italia e investe in Francia.

Signorvino ha aperto a Praga lo scorso 9 novembre e a Parigi il 1 dicembre. Nella città francese, l’insegna occupa tre piani di un centralissimo palazzo in Place Saint Michel, nel cuore del quartiere Latino.

Una nuova apertura all’insegna dell’eccellenza enogastronomica italiana e l’ultima tappa, simbolica, di un “Viaggio nel Gusto” cominciato ad aprile 2023 in occasione del Vinitaly.

Signorvino, che ha superato le previsioni e annunciato un fatturato che supera i 60 milioni, ha aperto in questi mesi i suoi primi punti vendita all’estero: dal 9 novembre è infatti a Praga (presso il centro commerciale Westfield Chodov) e dal 1 dicembre è a Parigi, con tre piani più dehors e 160 coperti, a pochi passi dalla Cattedrale di Notre-Dame.

Con Signorvino, arrivano a Parigi le eccellenze dell’enogastronomia italiana: anche all’estero, l’insegna italiana manterrà la sua apprezzata formula che unisce una cantina che può contare su oltre 2.000 referenze e su una proposta gastronomica che parte dalle eccellenze territoriali, per dar vita ad un menù che omaggia la qualità e i sapori della tradizione italiana. 

LEGGI ANCHE: Etilika.it lancia i Winecast: le bottiglie raccontate da chi le produce

Anche nei locali di Praga e Parigi sono previsti eventi a tema, degustazioni, incontri con i produttori nell’ambito del progetto “Viaggio nel Gusto”: il programma completo degli eventi di Signorvino è disponibile QUI.

Con l’apertura di Parigi concludiamo simbolicamente un intenso “viaggio nel gusto”, cominciato qualche mese fa a Verona: siamo sempre alla ricerca di nuovi sapori e felici di portare con noi le eccellenze del nostro territorio. Anche per questo, abbiamo scelto di mantenere gli attuali fornitori anche per i punti vendita all’estero, perché pensiamo che l’originalità e l’autenticità della cucina e della produzione vitivinicola italiana rappresentano non solo un fattore vincente, ma anche un valore che portiamo dentro e che vogliamo raccontare in giro per il mondo” ha dichiarato Federico Veronesi, proprietario di Signorvino insieme alla sua famiglia.

© Riproduzione riservata