Wine Star Award

Si aspetta il prossimo anno per scoprire i professionisti e le aziende che danno un contributo eccezionale al mondo del vino e delle bevande alcoliche. Quattro realtà vitivinicole italiane sono candidate alla 24^ edizione del Wine Star Award firmata Wine Enthusiast; il territorio del Lambrusco candidato a “Wine Region of the Year”.

Quest’anno ricorre il 24° anniversario dei Wine Star Awards di Wine Enthusiast , che onorano i professionisti e le aziende che danno un contributo eccezionale al mondo del vino e delle bevande alcoliche. 13 sono le categorie per gli Awards 2023, i vincitori di queste categorie, così come il Lifetime Achievement Award e l’American Wine Legend, saranno presentati nel numero Best of Year della rivista e celebrati durante il momento gala annuale in cravatta nera nel febbraio 2024.

Grande attesa per l’Italia, vista la presenza come candidati di Ca’ del Bosco del Gruppo Santa Margherita ma ancora sotto la guida del suo fondatore Maurizio Zanella, come “European Winery of the Year” dei “Wine Star Awards”. Non è, però, l’unica nomination per l’Italia del vino, a partire dal territorio del Lambrusco che risulta tra i candidati a “Wine Region of the Year”. Raddoppia, dopo la nomination 2022, Pasqua Vigneti e Cantine, realtà vitivinicola autorevole della Valpolicella in corsa per il premio “Innovator of the Year”.

LEGGI ANCHE: Quattro donne italiane tra le 50 finaliste più influenti del mondo wine & spirits

Non solo, Lamberto Frescobaldi, alla guida della Marchesi Frescobaldi (ma anche dell’Unione Italiana Vini-Uiv), è tra i nominati a “Social Visionary of the Year”, per il suo progetto sociale dedicato ai detenuti dell’isola carceraria di Gorgona, colonia penale al largo della Costa Toscana dove, dalle vigne di Vermentino, i detenuti producono l’omonimo vino bianco.

Alessio Planeta, tra i protagonisti della viticoltura d’eccellenza siciliana insieme a Francesca e Santi Planeta, guida un gruppo che abbraccia sei cantine in tutta l’isola, in corsa nella prestigiosa categoria “Winemaker of the year”.

© Riproduzione riservata