Nel territorio solcato dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, un fitto programma di iniziative che si snoda lungo tutti i fine settimana del mese in cui la natura rinasce, tra passeggiate in vigna e nei boschi, visite a cantine vinicole, ghiotte occasioni per assaggiare le specialità enogastronomiche locali e molto altro.

La primavera è tempo di profumi, sapori, colori: un irresistibile richiamo alla natura che si risveglia, invitandoci a esplorarne i tesori e farci tentare dall’enogastronomia di qualità. La destinazione giusta per un mix di esperienze immersi nel verde e coccolati a tavola? Naturalmente il Trentino, che a maggio propone a turisti e appassionati Gemme di Gusto, ricco bouquet di eventi e iniziative all’aria aperta organizzati dai soci della Strada del Vino e dei Sapori.

Gemme di Gusto vuole dunque essere un vero e proprio omaggio alla primavera, studiato per animare tutti i fine settimana del mese. Davvero non c’è che l’imbarazzo della scelta, tra incontri e degustazioni in cantina per approfondire le fasi di lavorazione del vino, assaggi delle specialità della cucina trentina, passeggiate alla scoperta del territorio, tra i filari di vite, uliveti, boschi e prati in fiore.

La scenografia non potrebbe essere più spettacolare. Gli oltre 30 appuntamenti, infatti, coloreranno tutto il territorio attraversato dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, dalla Vallagarina alla Piana Rotaliana, dalla Valle di Cembra al Lago di Garda, dalla Valsugana alla Vigolana. Senza tralasciare, ovviamente, la città di Trento.

Si parte alla grande già dal primo fine settimana, con un programma che propone l’Arte di fare il vino in una cantina di Nogaredo; la Primavera al maso, per scoprire cosa significa coltivare la vigna, a Pressano di Lavis con spettacolare vista sulle Colline Avisiane; il Pic-nic Vivi la vigna tra i filari di Martignano di Trento; i Belvedere della Vigolana, sull’omonimo altopiano, tra boschi, santuari, fonti miracolose e soste golose; le suggestioni di Suono Divino a Isera, magico connubio tra musica, prodotti agricoli e vino di qualità.

Nei weekend successivi, pescando tra le tante proposte, ci si può imbattere nell’aperitivo musicale in cantina a Isera Alla scoperta della linea 907, ma anche in Rosa Rosae Rosae, con la visita a una floricoltura di Mezzolombardo per gli appassionati delle rose, anche declinate in sciroppi e confetture, e in una speciale Festa della mamma a Pergine Valsugana, per conoscere da vicino tre pluripremiate cantine del territorio che ben rappresentano il rapporto madre-figli. E poi ancora Briciole sul prato in un’azienda agricola in un suggestivo castelliere sulla collina di Rovereto: una domenica dedicata al relax e alle degustazioni, sdraiati su un plaid,  tra vini e prelibatezze locali e il giusto accompagnamento musicale.

LEGGI ANCHE: Lorlando Nero d’Avola 2020 Assuli, il vitigno principe siciliano gastronomico

Nell’ultimo fine settimana, da segnalare Sentieri di gusto a Riva del Garda, ovvero una passeggiata tra gli ulivi del Monte Brione seguita da degustazione;  Tasting Veranda Special a San Michele all’Adige, speciale degustazione sotto il pergolato per un viaggio alla scoperta di varietà storiche e spumantizzazioni particolari di diverse cantine del territorio, ma anche l’iniziativa di beneficenza Di Vini e d’Amicizia al convento dei frati francescani di Mezzolombardo, In vigna con vista, trekking guidato tra i filari di Maso Franch, all’imbocco della Valle di Cembra, con brindisi e pic-nic finale, e la 32^ edizione dell’iniziativa diffusa Cantine Aperte.

Non c’è stato il tempo per seguire qualche manifestazione? Niente paura: il calendario ne ripropone diverse in tutti i weekend del mese, per soddisfare il maggior numero di visitatori e winelovers. Occhio dunque al sito web www.tastetrentino.it/gemmedigusto per tutti i dettagli, dove verranno inserite in tempo reale anche nuove proposte.

© Riproduzione riservata