La coop vinicola negrarese le ottiene per due vini Amarone della Valpolicella Docg Classico, entrambi annata 2020, l’uno firmato Domìni Veneti, l’altro a marchio Cantina di Negrar.

Risultato più che lusinghiero per Cantina Valpolicella Negrar, che al “Berliner Wein Trophy 2024”, storico concorso tra i più importanti al mondo patrocinato da prestigiose istituzioni del vino quali sono Oiv (Organizzazione internazionale della vite e del vino) e Uioe (Unione internazionale degli enologi), ha vinto 2 su 5 medaglie “Grand Gold” assegnate ai vini italiani e su 36 totali.

I due riconoscimenti hanno premiato il vino più conosciuto e rappresentativo della Cantina per l’equilibrio che esprime fra eleganza e struttura, ottenuto da uve vendemmiate rigorosamente a mano in Valpolicella Classica, appassite in fruttaio, affinate in legno e poi in bottiglia: l’Amarone della Valpolicella Docg Classico, entrambi annata 2020, l’uno firmato Domìni Veneti (Dominiveneti.it) l’altro a marchio Cantina di Negrar.

LEGGI ANCHE:Nasce il primo Vermouth prodotto con Amarone della Valpolicella ed erbe officinali

Le due “Grand Gold” berlinesi ci rendono molto fieri e confermano la validità di un percorso qualitativo di grande solidità intrapreso fin dalla nascita della Cantina nel 1933. Le dedichiamo all’impegno quotidiano in vigna dei nostri 244 soci e alla Valpolicella Classica, di cui siamo fedeli interpreti, e che con questi premi è ancora una volta sugli scudi nazionali e internazionali“, afferma Giampaolo Brunelli, presidente di Cantina Valpolicella Negrar.

© Riproduzione riservata