L’evento “La notte rosa del vino” si terrà al Miramare Palace Hotel di Trebisacce, in Calabria. Protagoniste saranno le donne del vino, che saranno premiate per il loro contributo alla filiera produttiva e alla promozione della cultura del vino. L’evento sarà ricco di incontri, visite e degustazioni, e sarà un’occasione per scoprire le eccellenze enologiche della regione Calabria e non solo.

Ancora una volta il ruolo delle Donne nella filiera produttiva del vino e la promozione della cultura del vino, legati a ciascun tratto distintivo che le connota, saranno i protagonisti del prossimo evento meridionale che fa apprezzare quanto e come hanno ereditato (e innovato) dai saperi millenari dei Territori da dove provengono.

E’ quanto propone la Calabria, con “La notte rosa del vino”, il 5 ed 6 luglio, al Miramare Palace Hotel di Trebisacce, sulla costa alto jonica della provincia di Cosenza, ormai avamposto di tutto rispetto per iniziative di crescita diffusa come la manifestazione in programma si propone in continuità.

LEGGI ANCHE: Paestum Wine Fest 2025: focus sul business e l’internazionalizzazione

L’appuntamento, ideato e guidato dal delegato regionale della Scuola Europea Sommelier, Francesco Pingitore, direttore artistico, offre, con l’apporto di più attori, tra cui la Regione – Assessorato all’Agricoltura-, un ventaglio di attente capacità professionali al femminile, espressione del mondo imprenditoriale, della comunicazione, dell’informazione, del marketing, che si è contraddistinto per saper trasmettere con azioni uniche le  “persuasive sfumature aromatiche di Bacco” e le aree che rendono tali peculiarità enologiche.

A loro, nella due giorni ricca di incontri e visite, tra eccellenze storico-culturali e manufatturiere, i riconoscimenti per ciò che portano avanti con creatività e gusto. Una strada tracciata grazie a tempo ed energie profusi con amore.

Fattori imprescindibili per poter comprendere cosa possono generare dinamismo e dedizione per la viticultura, indice identitario di storia, consuetudini e metodiche a cui le Donne contribuiscono sempre più tenacemente come l’arte ed il suo patrimonio, con decisione, rilanciano negli ambienti e fra le aree grazie a tensioni che l’apprezzata iniziativa porta in dote per far conoscere e sviluppare.

© Riproduzione riservata