Amphora Revolution, un evento che celebra il mondo dei vini in anfora e segna la prima collaborazione tra il Merano WineFestival e Vinitaly. Protagonista d’eccezione sarà la prestigiosa maison vitivinicola campana Villa Matilde Avallone, che porterà il suo rinomato Falerno del Massico a raccontare la storia millenaria di questo vino nobile.

Saranno le Gallerie Mercatali di Verona ad ospitare – venerdì 7 e sabato 8 giugno 2024 – Amphora Revolution, evento che segna la prima collaborazione tra il Merano WineFestival e il Vinitaly: un grande appuntamento dedicato al mondo dei vini in anfora.

Protagonista dell’evento veronese sarà la prestigiosa maison vitivinicola campana Villa Matilde Avallone, al centro di una storia lunga sessant’anni, ma profondamente contemporanea.

Il prossimo anno, l’azienda celebrerà i suoi primi sessant’anni di attività: “Nel 1965, infatti, nostro padre Francesco Avallone, avvocato con la passione per il vino e la storia antica, volle far rivivere l’antico Falerno del Massico, il vino più celebre e pregiato dell’impero romano e della Campania Felix, citato negli scritti di Orazio, Virgilio e Marziale, tra gli altri” spiegano i fratelli Maria Ida e Salvatore Avallone, alla guida della maison campana.

LEGGI ANCHE: Paestum Wine Fest 2025: focus sul business e l’internazionalizzazione

Per raccontare la grande storia del vino in anfora nato all’ombra del vulcano spento di Roccamonfina e nel segno del Massico, patria del nobile falernum, Villa Matilde Avallone sarà protagonista dell’appuntamento Amphora Revolution del 7 e 8 giugno: “Una bella occasione per condividere le storie legate ai vini e alla nostra anforaia, ma anche un luogo di approfondimento e di incontro tra produttori, appassionati e operatori del settore” commentano i giovani Francesco Paolo Avallone e Maria Cristina De Simone Avallone, rispettivamente chief experience officer ed enologa dell’azienda.

Per maggiori informazioni consultare il sito: www.amphorarevolution.com

© Riproduzione riservata