©Associazione Vignaioli Vino Santo Trentino Doc

L’Ottava Edizione di “Vignaioli Contrari” si prepara a stupire gli appassionati del vino Buono, Pulito e Giusto, con nuove date e la conferma della suggestiva location che ha caratterizzato le scorse edizioni. L’evento si svolgerà il 11 e 12 maggio 2024, mantenendo intatta l’atmosfera unica della Rocca Rangoni nel centro storico di Spilamberto (MO).

Già apprezzata nelle precedenti edizioni, la Rocca Rangoni si conferma come la cornice perfetta per questa esperienza di degustazione e conoscenza dei vini artigianali. L’edificio medievale offre uno scenario suggestivo che si fonde armoniosamente con la passione e l’impegno di oltre 60 produttori provenienti da tutta Italia ed alcune piccole realtà Europee, in linea con il nostro Manifesto.

Vignaioli Contrari è un’occasione imperdibile per immergersi nel mondo dei vitigni autoctoni e tradizionali. I partecipanti all’evento coltivano la terra seguendo criteri sostenibili, biologici, e biodinamici, promuovendo il rispetto ambientale in ogni fase della produzione. L’obiettivo primario dei produttori è la valorizzazione delle varietà di vite autoctone, contribuendo così a preservare l’identità territoriale.

Con oltre 350 etichette in degustazione, di cui numerose provenienti da produttori artigianali locali, ogni vino racconta la storia del vignaiolo che ne ha curato l’intero processo produttivo. La selezione accurata delle cantine partecipanti continua a contraddistinguere la manifestazione, garantendo un’esperienza di degustazione di alta qualità.

LEGGI ANCHE: Il siciliano Pietro Russo è il terzo Master of Wine italiano

Inoltre, la grande novità di quest’anno è rappresentata dalla straordinaria opportunità di partecipare a laboratori e masterclass con relatori di spicco. Queste sessioni esclusive si svolgeranno nella rinnovata location della ex-chiesa di Santa Maria degli Angeli, un luogo appena ristrutturato che offre un ambiente unico e suggestivo per l’approfondimento di tematiche legate al mondo del vino.

I laboratori e le masterclass saranno guidati dagli stessi vignaioli e da esperti del settore, offrendo ai partecipanti l’opportunità di approfondire la loro conoscenza e apprezzamento per il mondo dei vitigni autoctoni, delle pratiche agricole sostenibili e delle tradizioni enogastronomiche locali. Questa iniziativa mira a arricchire l’esperienza complessiva di Vignaioli Contrari, offrendo una prospettiva di approfondimento ed informazione specifica a tutti coloro che condividono la passione per il vino artigianale.

La sala di Santa Maria degli Angeli, con la sua recente ristrutturazione, si presenta come uno scenario affascinante e unico, aggiungendo un tocco di eleganza e atmosfera al programma dell’evento. Invitiamo gli appassionati e gli intenditori a cogliere questa straordinaria opportunità di apprendimento e degustazione in uno dei luoghi più suggestivi della manifestazione.

Vi invitiamo a segnare sul calendario le nuove date, 11 e 12 maggio 2024, e a prepararvi per un weekend indimenticabile all’insegna della passione per il vino artigianale di qualità e della scoperta delle eccellenze vitivinicole. Per ulteriori informazioni e dettagli sull’evento, vi invitiamo a visitare il nostro sito web ufficiale.

La manifestazione si inserisce armoniosamente nei principi della Condotta Slow Food “Vignola e Valle del Panaro”, operando sotto il suo patrocinio e seguendo i valori che promuove. In questa edizione, l’evento offre ai partecipanti un’opportunità unica: la possibilità di degustare prelibati piatti e prodotti provenienti direttamente dai contadini e dagli artigiani del territorio.

Dal cuore della pianura fino alle vette dell’Appennino modenese, il territorio offre una straordinaria biodiversità che l’evento si impegna a preservare, tutelare e soprattutto a far conoscere al pubblico. L’importanza di valorizzare le eccellenze locali e sostenere pratiche agricole sostenibili è al centro della missione di Vignaioli Contrari.

L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Spilamberto e dell’Unione Terre di Castelli e della Regione Emilia Romagna evidenziando il supporto e l’interesse delle istituzioni locali. Inoltre, conta sulla partecipazione attiva dell’Ordine del Nocino Modenese, della Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, dell’associazione assaggiatori Parmigiano Reggiano APR, istituzioni che contribuiscono a consolidare l’importanza dell’evento nel panorama enogastronomico locale.

Vignaioli Contrari non è solo un’occasione per scoprire e apprezzare vini di alta qualità, ma si propone come una celebrazione della biodiversità e delle tradizioni culinarie locali. Invitiamo tutti gli appassionati del buon cibo e del buon vino a unirsi a noi in questo viaggio attraverso i sapori autentici della nostra terra.

© Riproduzione riservata