VinoVip al Forte

VinoVip al Forte grande evento dedicato al mondo vitivinicolo italiano, dal Grand Tasting e al Vermentino Show, il talk-show sul futuro delle Doc e la presentazione di un’inchiesta indipendente sulle fiere internazionali.

A Forte dei Marmi il 25-26 giugno, dunque, tutto pronto per accogliere la seconda edizione di VinoVip al Forte, la manifestazione firmata dalla storica rivista Civiltà del bere e ospitata nell’ottocentesca Villa Bertelli. L’appuntamento porterà sul litorale toscano oltre 50 delle più importanti aziende vitivinicole d’Italia, coinvolte in talk-show, degustazioni e incontri. VinoVip al Forte trasformerà la Versilia in un epicentro di riflessione sul mondo del vino con il dibattito in programma per domenica dalle 15.00 alle 18.00 dal titolo “Il futuro delle DOC” (a ingresso gratuito previa registrazione), che sarà preceduto dalla presentazione della prima inchiesta giornalistica indipendente sulle Fiere internazionali di settore.

LEGGI ANCHE: Rassegna Internazionale Müller Thurgau, al via la 36° edizione

Protagonisti del talk saranno Attilio Scienza, Presidente del Comitato Vini Dop e Igp, Eugenio Pomarici, professore all’Università di Padova, Davide Gaeta, professore all’Università di Verona. Al loro fianco interverranno autorità ed esperti che si confrontano quotidianamente con il mondo delle Denominazioni, come Riccardo Ricci Curbastro, Presidente Equalitas e già Presidente di FEDERDOC e Lamberto Frescobaldi per Confagricoltura. Il dibattito si accenderà con numerosi interventi in sala da parte di influenti imprenditori vinicoli.

Al termine del talk show sarà consegnato il Premio Khail, riconoscimento intitolato al fondatore della rivista Civiltà del bere e destinato a un personaggio che si è distinto nella sua attività di valorizzazione del vino italiano nel mondo. Di grande attualità l’evento di apertura di lunedì 26 giugno: Vermentino Show. Dalle 9.00 alle 11.00 Villa Bertelli ospiterà (a ingresso libero) la conferenza sul “fenomeno Vermentino”, nel cui ambito sarà presentata anche una case-history: il progetto Vermentino avviato dal Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana, illustrato dal presidente Francesco Mazzei.

© Riproduzione riservata