Torna nel 2024 Contrade dell’Etna con la XV edizione,  la più importante rassegna di vini sull’Etna: si svolgerà dall’11 al 13 Maggio.

La tre giorni ideata nel 2008 da Andrea Franchetti, oggi organizzata dalla società Crew, si svolgerà a Rovittello, Castiglione di Sicilia, al Picciolo Etna Golf Resort.
“Siamo lieti – dicono gli organizzatori Raffaella Schirò e Massimo Nicotra, della società Crew, insieme a Sergio Cimminodi aver accolto la richiesta, caldeggiata da molti produttori, di slittare al mese di maggio l’edizione del prossimo anno delle Contrade”.
Sono stati 8mila i partecipanti, registrati lo scorso anno, e 105 le aziende coinvolte.

Andrea Franchetti, eclettico pioniere del vino, ha trasformato un’idea visionaria nella più importante rassegna di vini esistente sull’Etna, nasce “Contrade dell’Etna”, un’intuizione, caratterizzata da un’impronta fortemente conviviale che vuole riunire i produttori locali nel rituale dell’”en primeur” importato direttamente dalla storica tradizione di Bordeaux. La prima edizione vede la partecipazione di pochi produttori, coinvolti dall’istrionico Franchetti, proprietario dell’azienda etnea Passopisciaro e della toscana Tenuta di Trinoro. L’idea è semplice e geniale. Dare nuova vita ad un territorio dalla tradizione secolare: l’Etna.

E’ sulle pendici del vulcano attivo più grande d’Europa che sorgono infatti tutte le Contrade, ciascuna caratterizzata da proprietà e peculiarità uniche e inimitabili, determinate dalle differenti composizioni del terreno. Negli anni “Contrade dell’Etna” ha assistito ad una lenta ma inesorabile evoluzione, i vignaioli che si riunivano nelle cantine private per degustare e confrontarsi sulle annate, consapevoli della vertiginosa escalation nel mondo dei vini, hanno tenuto il passo coi tempi e le esigenze sempre più mirate nei confronti delle proprie cantine, apprezzate a livelli internazionali.

Il prestigio crescente delle etichette ha dato potenza alla manifestazione che pur seguendo l’evoluzione del “fenomeno Etna” con grande spirito di adattamento ha sempre voluto dare continuità e senso di appartenenza alla vera essenza voluta dal suo ideatore. Lo spirito puro e genuino del suo fondatore, andando sempre avanti, annata dopo annata, ha garantito l’impronta tanto voluta da Franchetti e sposata dai vignaioli che con attaccamento e rispetto proseguono quella che si esprime come una vocazione.

Passione e lavoro duro nei confronti “da Muntagna” per onorare un territorio unico, che da queste parti è considerato come “uno di famiglia”. Alla luce di tanta storia, dunque, “Contrade dell’Etna” dà appuntamento a maggio 2024 per una nuova edizione ricca di sapori ed emozioni.

© Riproduzione riservata