Rioja

Il Ministero dell’Agricoltura, della Pesca e dell’Alimentazione spagnolo ha concesso il riconoscimento a 15 nuovi “Viñedos Singulares” nell’ambito della Denominazione di Origine Rioja nel corso del 2023.

Si tratta di un passo che rafforza la diversità e la qualità della regione vinicola. Questi vigneti unici e accuratamente selezionati soddisfano rigorosi requisiti di qualità e aggiungono un tocco di eccellenza alla tradizione vinicola della Rioja. La categoria Viñedos Singulares (Vigneto Singolare) nella Denominazione Qualificata di origine Rioja è intrinsecamente legata al concetto di terroir infatti, questi vini provengono da vigneti con caratteristiche uniche, assistiti da garanzie di qualità.

Quest’ultimo decreto ministeriale segna la quinta occasione in cui questa distinzione è stata concessa, portando il numero totale di ‘Vigneti Singolari’ della Rioja a 148 , distribuiti tra 90 proprietari e che comprendono più di 246 ettari. Con questo aumento, nove operatori aggiuntivi vengono incorporati in questa preziosa iniziativa , che riflette il profondo interesse del settore per questo programma. QUI la lista completa e aggiornata.

Tra i requisiti c’è l’età del vigneto, che deve superare i 35 anni, e le rese, che non possono naturalmente superare i 5.000 kg per ettaro nelle varietà rosse e i 6.922 kg per ettaro nelle varietà bianche in virtù della loro vigoria naturale limitata. Allo stesso modo, la trasformazione di tali grappoli è limitata a 65 litri per 100 kg di uva e la coltivazione delle vigne viene effettuata in modo sostenibile, rispettoso dell’ambiente, con una vendemmia manuale.

LEGGI ANCHE: Decanter World Wine Award: decretati i 50 migliori vini del 2023

Rioja

È importante notare che il vino ottenuto da “Viñedos Singulares” deve essere sottoposto ad una seconda degustazione qualitativa. Questa valutazione viene effettuata in due fasi: la prima, subito dopo la lavorazione, e la seconda, poco prima dell’immissione sul mercato. In quest’ultima fase il vino deve essere considerato ottimo dalla maggioranza dei degustatori che lo valutano. Le retroetichette dei vini certificati ‘Viñedos Singulares’ assicurano ai consumatori che tutte le caratteristiche citate sono garantite dal Consejo Regulador, fornendo così un’autenticità certa e assicurata.

© Riproduzione riservata