Jancis Robinson

Jancis Robinson MW OBE, la critica enologica più famosa al mondo, è stata nominata vincitrice del premio alla carriera dell’Institute of Masters of Wine (IMW) 2024.

Jancis è stata votata come la critica enologica più influente al mondo in vari sondaggi negli Stati Uniti, in Francia e a livello internazionale nel 2018. Ha fondato JancisRobinson.com nel 2000, vendendo il pluripremiato sito web sul vino, disponibile solo in abbonamento, all’editore digitale statunitense Recurrent Ventures nel 2021. Ora è caporedattrice e collaboratrice principale. È corrispondente sul vino per il Financial Times dal 1990; è fondatrice ed editrice di The Oxford Companion to Wine, coautrice con Hugh Johnson di The World Atlas of Wine (quasi cinque milioni di copie vendute) e coautrice di Wine Grapes, ciascuno di questi libri riconosciuti come un riferimento standard in tutto il mondo. 

Grandi collaborazioni e attività che le hanno permesso di ottenere il prestigioso titolo. Il premio è stato consegnato al V d’Or di Vinexposium da Julian Gore-Booth, direttore esecutivo dell’IMW e Patrick Schmitt MW, redattore capo del settore bevande. Il premio riconosce il contributo sostanziale di un individuo alla comunità globale del vino e riconosce la visione, la determinazione e l’innovazione. Jancis Robinson MW OBE è conosciuta a livello internazionale per il suo contributo al mondo del vino come scrittrice di vini, critica e conduttrice televisiva; nel 1984, Jancis è diventata la prima persona che lavorava al di fuori del commercio del vino a superare l’esame Master of Wine.

Nel ricevere il premio, Jancis ha commentato: “Non posso dirvi quanto sono sorpresa e felice di essere onorata dai miei colleghi e di unirmi a una tale schiera di star del vino, molti dei quali vecchi amici. Ringrazio sinceramente il team straordinario e solidale di JancisRobinson.com che lavora così duramente e brillantemente, così come i miei collaboratori su tutti i libri e al Financial Times. E infine questo premio dovrebbe ovviamente essere condiviso con la mia meravigliosa, sofferente famiglia in crescita, non ultimo mio marito Nick Lander che si è preso cura di me così bene per 43 anni. Auguriamo a molte altre donne del vino di essere pienamente riconosciute”.

LEGGI ANCHE: Su quali vini autoctoni siciliani occorre puntare secondo il Master of Wine Gabriele Gorelli

La presidente dell’IMW, Cathy van Zyl MW, ha condiviso i suoi pensieri sui risultati ottenuti da Jancis: “Per molti bevitori di vino e professionisti in tutto il mondo, Jancis non è solo la fonte più affidabile per note di degustazione e punteggi, commenti del settore e materiale di riferimento dettagliato, è anche la loro fonte ispirazione. Influencer prima che gli esperti di marketing coniassero questa frase, è sempre stata disposta a condividere le sue conoscenze in modo pertinente, coinvolgente e ispirante passione. Molti hanno beneficiato dei commenti penetranti di Jancis sulla loro attività o sulle sfide che devono affrontare, altri ricorderanno come ha contribuito a dirigere il loro viaggio nel vino con una discreta parola di incoraggiamento o un consiglio pragmatico. Indipendentemente da chi sei o quale sia il tuo rapporto con il mondo del vino, Jancis avrà – in qualche modo o forma – influenzato tutto ciò”.

Jancis non ha potuto partecipare di persona alla cerimonia e ha quindi chiesto a Jeannie Cho Lee MW di ritirare il premio a suo nome. Ecco che Jancis diventa il terzo Master of Wine a ricevere il premio dopo Olivier Humbrecht MW nel 2012 e Mark Savage MW nel 2016.

© Riproduzione riservata