Il 2024 inizia con un’importante notizia proveniente dal mondo del “merger & acquisitions” francese: Barons de Rothschild, noto gruppo francese vitivinicolo ha acquisito William Fèvre, cantina di primissimo piano dello Chablis.

La famiglia dei Baron de Rothschild è legata alla leggendaria arte enologica di Bordeaux, che li ha visti sin dagli albori in testa alle gerarchie dell’eccellenza internazionale vitivinicola. Domaines de Baron de Rotschild rappresenta l’insieme delle tenute acquisite durante i secoli dai discendenti della famiglia Rothschild, che acquistarono nel 1868 la storica tenuta fondata da Jacques de Segur nel 1670, conosciuta in tutto il mondo per il leggendario Chateau Lafite

Ad oggi il grande gruppo vitivinicolo francese è presente anche a Chablis con la recente acquisizione di William Fèvre, nota cantina di Chablis, con 78 ettari di vigneto, il più grande possedimento di Grands Crus della denominazione della famiglia Pinault, titolare dal 1993 di Chateau Latour.

LEGGI ANCHE: Cité des Climats et vins de Bourgogne, l’inaugurazione del museo sui cru della Borgogna

Un affare importante per una cifra riservata, che ancora una volta consolida sul piano economico e sociale l’importanza del gruppo Barons de Rothschild.

“È ufficiale! Siamo entusiasti di annunciare l’arrivo di William Fèvre nella famiglia Dbr. Non potremmo esser più felici di questo nuovo capitolo per le nostre due aziende, che segna l’evoluzione di Domaines Barons de Rothschild Lafite nell’eccezionale territorio dello Chablis. Domaine William Fevre è rinomato per le sue pionieristiche pratiche di coltivazione biologica, e le nostre due famiglie hanno a lungo condiviso i valori: dal rispetto dell’anima delle nostre terre alla cura per le nostre squadre, fino ad un approccio alla viticoltura rispettoso dell’ambiente. É un incontro fatto nel “paradiso” Chablis”, commenta in una nota su Linkedin, Barons de Rothschild.

© Riproduzione riservata