Papa Francesco e Federico Bricolo

Queste sono le parole di Papa Francesco pronunciate in Udienza privata con la delegazione di Veronafiere – Vinitaly, i Soci e oltre 100 tra produttori viticoltori e rappresentanti delle associazioni del settore vino.

L’occasione è stata l’Udienza privata concessa presso il Palazzo Apostolico Vaticano per la giornata “L’economia di Francesco e il mondo del vino italiano”, promossa dalla manifestazione fieristica Veronafiere – Vinitaly.

Papa Francesco ha anche incoraggiato i viticoltori a produrre vino di qualità e ad integrare una dimensione ecologica nel loro lavoro. “ L’applicazione delle tecniche industriali e delle logiche commerciali non basta. Il terreno, le viti, i processi di coltivazione, fermentazione e invecchiamento richiedono costanza, attenzione e pazienza”, ha aggiunto.

In un contesto di calo globale dei consumi, ma anche della presa di posizione mediatica di un biologo che sosteneva su diversi media italiani che il vino era cancerogeno, i viticoltori si sono rallegrati del messaggio inviato dal Papa.

LEGGI ANCHE: Al via il corso Italian Wine Ambassador promosso da Vinitaly International Academy e The Hue Society

Il presidente di Veronafiere Federico Bricolo ha commentato: «L’Udienza, a cui abbiamo partecipato grazie al sostegno della Diocesi di Verona e in particolare del vescovo Monsignor Domenico Pompili, rappresenta un evento di straordinaria rilevanza. D’altra parte “Veronafiere, attraverso Vinitaly, coinvolge i principali protagonisti di un comparto che più di altri esprime un forte legame con le nostre origini culturali”.

“Come ci ha ricordato Papa Francesco – prosegue Bricolo – rendiamo omaggio al vino come dono di Dio, simbolo di tradizione e di un sistema economico sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale.Ribadiamo il nostro impegno con Vinitaly a preservare e valorizzare il patrimonio enologico della nostra comunità, affinché il vino continui a essere un elemento di coesione sociale e di apertura al dialogo, ispirando una convivialità che unisce”.

© Riproduzione riservata