Chateau Pétrus, Petrus 1999, Pomerol

La casa svizzera Baghera Wines organizza la quarta edizione della vendita trimestrale di vini “Kipling Plaisirs & Plénitude”. Presenti etichette di grande pregio.

Grande evento quello che si terrà il 28 aprile presso la casa svizzera Baghera Wines dove tanti appassionati potranno prendere visione del prossimo catalogo. Con sede a Ginevra, offrirà al martello più di 550 bottiglie, magnum e grandi formati suddivise in 148 lotti

Qualità quindi più che quantità, da 204 euro per due bottiglie di Chablis Les Vaillons 2009 di Vincent Dauvissat fino a quasi 33.000 euro per sei magnum di Grands-Échézeaux 1995 firmati dalla tenuta René Engel per gli amanti dei grandi Pinot Noir.

Come è ormai consuetudine nel piccolo mondo accogliente delle vendite di vini pregiati, gli acquirenti generalmente vogliono, oltre alle raffinate firme della grande Borgogna e della Vallée-du-Rhône, bottiglie di Bordeaux. Ormai da diversi anni i primi 3 châteaux più apprezzati sono Lafite Rothschild, Mouton Rothschild e ovviamente Petrus.

LEGGI ANCHE: All’asta da Sotheby’s le bottiglie da collezione più costose e pregiate al mondo

Come Romanée-Conti in Borgogna, Petrus è una leggenda o meglio un punto di riferimento. La vendita di Baghera Wines non sfugge a questa ricerca di Petrus e presenterà il 28 aprile un’eccezionale verticale. I lotti presenti da 47 a 62, copre le annate dal 1996 al 2013 con ogni volta, bottiglie offerte da sei e nella loro cassa di legno originale, che dovrebbe rassicurare i futuri acquirenti. Le stime basse sono comprese tra 11.224 € e salgono a 24.490 € per l’anno 2000, un vero e proprio mito per i vini della regione, soprattutto per i grands crus. 

Altre etichette di grande pregio accompagneranno Petrus, come gli Champagne Selosse, Louis Roederer, Dom Pérignon e Krug con annate del 1996, oltre a numerosi magnum. 

© Riproduzione riservata