Seminari, focus e degustazioni: il 2024 del Consorzio Garda Doc si apre con tre appuntamenti dedicati ad appassionati ed esperti del settore, a livello nazionale e internazionale, volti a consolidare l’immagine dei vini del territorio e promuoverne l’eccellenza.

Il Consorzio parteciperà a “Wine in Venice”, che torna per la sua seconda edizione nelle sale della Scuola Grande della Misericordia, dal 20 al 23 gennaio. Proprio il 23, dalle 10.30 alle 17, la Doc Garda sarà protagonista di un Walk Around Tasting a cura di Ascovilo, una speciale degustazione dedicata alle eccellenze enoiche delle Doc Lombarde. 

“La Lombardia del vino è rappresentata a WIV2024 dai nostri Consorzi – sottolinea Giovanna Prandini, Presidente di Ascovilo e vicepresidente Doc Garda – sempre attenti a sostenere iniziative di pregio che coniugano la bellezza del nostro patrimonio artistico culturale alla bontà e qualità del vino che è espressione di cultura e tradizione. Ascovilo unisce in associazione ben 13 Consorzi di Tutela che vogliono fare insieme nonché difendere le denominazioni di origine protetta con azioni corali, mai come oggi necessarie”.

Il 24 gennaio alle ore 20.30 al Novotel Brescia, è poi in programma una Masterclass realizzata in collaborazione con la delegazione ONAV Brescia, dal titolo “Garda Doc: un territorio unico, dove le storie di persone si intrecciano a storie di terroir”“Si tratta senz’altro di un’altra occasione che rinnova l’impegno da parte della denominazione nella promozione dei vini Garda Doc. – sottolinea Paolo Fiorini, Presidente del Consorzio – Raccontare il lago e l’eccellenza del territorio ha l’obiettivo di far conoscere sempre più la denominazione e diffondere consapevolezza tra i consumatori e gli appassionati della ricchezza di questo territorio vinicolo dalle caratteristiche paesaggistiche uniche, protetto dalle montagne e affacciato sul bacino più grande d’Italia”.

LEGGI ANCHE: Nasce Campopian, la nuova tenuta Tinazzi tra degustazioni e vista sul Garda

Questo appuntamento è il primo di una serie di attività che determinano l’intenzione del Consorzio di portare avanti la sinergia con le associazioni del territorio, ONAV, appunto, AIS e Fisar. Il 26 febbraio a Monaco, sono in calendario tre speciali masterclass – una dedicata ai Rossi, una ai Bianchi e una a Riesling, Passito e Spumanti – realizzate in collaborazione con la rivista svizzera Vinum, moderate dalla giornalista e wine expert Claudia Stern. La Germania riveste un ruolo strategico per il Consorzio Garda Doc, rappresentando il primo mercato di riferimento per quanto riguarda l’export dei vini della denominazione e uno dei mercati che premiano maggiormente il lago di Garda come meta turistica estiva.

© Riproduzione riservata