Nella Vision Plaza di Sigep – The Dolce World Expo il futuro del food service, uno dei fiori all’occhiello del made in Italy, verrà delineato e raccontato grazie a un calendario fitto di eventi ed ospiti d’eccezione.

La manifestazione di Italian Exhibition Group dedicata a gelato, pasticceria, panificazione artigianali, cioccolato e caffè, apre le porte alla Fiera di Rimini dal 21 al 25 gennaio 2023, confermando così il proprio ruolo di riferimento per gli operatori dell’industria alimentare artigianale dolce. 

La Vision Plaza di SIGEP diventa il laboratorio per anticipare gli scenari di domani, grazie alla collaborazione e al coinvolgimento di istituti di ricerca di primo piano come The NPD Group – IRI, DeloitteDoxa e Cerved, e alla presenza di tutte le associazioni e i media di riferimento per ciascuna delle cinque filiere rappresentate. 

The NPD Group offre in tre distinti momenti uno spaccato sulla situazione del comparto del foodservice a livello italiano e globale (Sfide e opportunità nel food service Europeo, 22 gennaio, 12:30), tra differenze e similitudini nei trend europei e a stelle e strisce, con l’obiettivo di tracciare, almeno per quanto concerne il nostro Paese, quali siano le opportunità che il cambiamento dei paradigmi di consumo comporta (I consumi fuori casa in Italia. Opportunità e prospettive future, 23 gennaio 11:30 e La colazione fuori casa e in casa. Le opportunità per il food service guardando ai comportamenti di consumo, in collaborazione con IRI, 24 gennaio, 14:30). Il fuoricasa in casa è invece l’appuntamento (25 gennaio, 12:00) di FoodLab di Design Group Italia per valutare le prospettive per il gelato da asporto o da delivery.    

Di respiro internazionale l’intervento, alle 12:15 di lunedì 23 gennaio, di Carlo Cracco, relatore APEI-Ambasciatori Pasticceri dell’Eccellenza Italiana, chiamato a raccontare quali siano le tendenze dell’alta pasticceria nella ristorazione e nell’accoglienza turistica nell’ambito di i trends, a livello internazionale, dell’alta pasticceria nella ristorazione e nell’hotellerie.

LEGGI ANCHE: Un anno e mezzo di Slow Food Coffee Coalition: 29 nuove Comunità Slow Food in nove paesi del mondo

Vision Plaza – Sigep

Con il talk Il futuro della pasticceria: la scommessa di AMPI – Formazione, comunicazione, crescita: il gruppo AMPI GIOVANI (22 gennaio 13:30) viene presentata a SIGEP AMPI GIOVANI – il nuovo gruppo costituitosi nel 2022 e composto da ragazzi e ragazze pasticceri, pastry chef e consulenti di pasticceria, con età compresa tra i 20 e i 30 anni, che per due anni avranno la possibilità di vivere direttamente il mondo di Accademia e le sue attività. Sempre a cura di AMPI – Accademia Maestri Pasticceri Italiani anche Pricing in pasticceria: posizionamento e qualità del prodotto, appuntamento in cui Santi Palazzoloe Fabrizio Fiorani si confrontano per evidenziare l’importanza di adottare una strategia business per garantire all’attività della pasticceria un futuro. 

La Federazione Italiana Pubblici Esercizi, nel talk del 23 gennaio, si chiede quali siano Le sfide del bar del futuro: prezzi, qualità, professionalità, alla luce del cambiamento degli assetti organizzativi e gestionali delle imprese indotti dalle recenti emergenze.   

Sempre sull’aspetto imprenditoriale del food service dolce CAST Alimenti, la Scuola di Cucina e dei Mestieri del Gusto, nella giornata del 24 gennaio, invita a riflettere sull’importanza di un nuovo modello di alta formazione manageriale indispensabile per i professionisti del food, per creare buone pratiche e il successo del proprio business.   

Legambiente Agricoltura, con l’ausilio della testimonianza virtuosa di COPROB – ITALIA ZUCCHERI tratta il tema dell’ economia circolare e sviluppo sostenibile della filiera agroalimentare (25 gennaio, 11:00); i dati del Cerved e le nuove tendenze della panificazione, come prodotti a lunga durata, packaging a impatto zero, attenzione al territorio e lotta agli gli sprechi, sono invece al centro dell’appuntamento promosso da AIBI (Pane: il futuro è sostenibile 24 gennaio, 11:30).   

Anche la filiera del caffè testimonia il proprio l’impegno per ridurre impatto sociale e ambientale con due appuntamenti. Il primo – caffè e sostenibilità in America Latina: buone pratiche, sfide e prospettive per il futuro 21 gennaio, 15:30 – si costruisce sulla testimonianza fornita da AL INVEST Verde – IILA, Organizzazione Internazionale Italo-Latinoamericana. Il secondo (24 gennaio, 16:30) – la cultura del caffè alla luce della sostenibilità e dello sviluppo digitale -, promosso da COMUNICAFFE’, è incentrato sul valore dei documenti di bilancio di sostenibilità e sulle sinergie ottenibili mediante la digitalizzazione della filiera.  

© Riproduzione riservata